in

Trovato un pesce con un parassita al posto della lingua

L’incredibile scoperta del pidocchio mangia lingua

detox

Di parassiti non si sente parlare molto spesso, ma quei pochi che conosciamo sono comunque orribili e fanno spesso ribrezzo.

Ebbene, ne è stato scoperto uno che mangia una parte del corpo ospitante e la sostituisce! Incredibile ma vero.

detoxing

Il parassita mangia lingua

La notizia viene dal profilo social del Texas State Park che, attraverso un post, ha annunciato di aver ritrovato un “marziano”, uno strano pesce, un’Ombrina che al posto della lingua aveva un parassita chiamato pidocchio mangia lingua.

In tono scherzoso hanno annunciato:

Marziano avvistato al Galveston Island State Park. Ok, non proprio… ma è piuttosto inquietante. All’interno della bocca di questa ombrina atlantica c’è un isopode parassita chiamato pidocchio mangialingua. Questo parassita stacca la lingua del pesce, si attacca alla sua bocca e diventa la sua lingua. Il parassita si nutre quindi del muco del pesce. Capita anche che sia l’unico caso noto in cui un parassita sostituisce funzionalmente l’organo di un ospite.

Per fortuna però precisa che “Non uccide i pesci né colpisce gli umani.” E meno male, aggiungiamo.

Il pidocchio mangualingua

Il direttore scientifico della pesca costiera Mark Fisher ha commentato:

I pidocchi mangialingua o ‘ isopode che soffoca il dentice ‘ sono in qualche modo comuni tra alcune specie di pesci, come l’ombrina atlantica, la trota maculata e alcune specie di dentice. Questi sono crostacei isopodi e sono legati agli insetti della pillola, alias rolly-pollies, che puoi trovare nel tuo giardino.

I Roly-poly, o scientificamente Armadillidium vulgare, conosciuti anche come porcellini di terra, sono quei piccoli insetti crostacei, simili appunto ad un minuscolo armadillo, che se toccati si raggomitolano sembrando una pallina.

Certo, vederli in giardino forse non fa molto effetto ma, scherza ancora Fisher:

Può essere una sorpresa sbirciare nella bocca di un pesce e avere un altro paio di occhi che ti guardano.

Una brutta sorpresa, aggiungiamo noi. Pensa trovartelo nel piatto!

Scritto da Nunzia G.

Scrivo per passione e leggo per necessità, amo gli animali, la natura e la vita. E con la libertà, i libri, i fiori e la luna, chi non sarebbe felice?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Il Natale nel mondo: dallo zio che fa la cacca al demone che prende i bambini

La donna che ama gli alberi di Natale: ne ha 168 in casa