in

Svelati in un libro i veri motivi dietro l’ eliminazione del personaggio di Derek Sheperd

La verità che nessuno si aspettava

detox

Una delle star più amate e indiscusse tra i protagonisti del medical drama Grey’s Anatomy è senza dubbio l’affascinante Patrick Dempsey, che nella serie interpretava il dottor Derek Sheperd. Nell’ undicesima stagione il suo personaggio viene fatto morire a causa di un incidente.

Ma se fino a poco tempo fa il “dottor Stranamore” è stato amato dalle fan, alcuni altarini svelati nel libro di una delle autrici della serie potrebbero fargli perdere quell’allure da bravo ragazzo che lo ha sempre accompagnato grazie al suo innegabile fantastico aspetto.

detoxing

Le rivelazioni

Il libro How to Save a Life: The Inside Story of Grey’s Anatomy scritto da Lynette Rice e uscito da poco più di un mese getta infatti nuova luce sull’attore, come possiamo leggere da alcuni estratti pubblicati su People. Le parole di James D. Parriottex produttore esecutivo della serie e riportate nel libro non lasciano dubbi:

Patrick, nella produzione sin dall’inizio, è diventato subito uno dei personaggi più amati ed influenti. […] Aveva una presa tale all’interno del cast che spaventava la gente… Niente di sessuale, ma terrorizzava il set e alcuni membri del cast ne hanno sofferto anche dopo che se ne era andato. Lui era la star di Grey’s Anatomy. Ma la situazione era diventata invivibile e Shonda ( Rimes, la sceneggiatrice ndr) aveva detto che se non se ne fosse andato lui se ne sarebbe andata lei.

Ecco quindi svelati i veri motivi dietro la scomparsa di un personaggio così importante della serie e amato dai fan.

La delusione dei fan

Insomma il suo comportamento con i colleghi non rispecchiavano affatto quelli del suo alter ego Derek, come conferma Jeannine Renshaw, altra produttrice esecutiva:

Non aveva voglia di venire tutti i giorni a lavorare. Tra lui e Shonda l’aria era davvero pesante. E anche Ellen Pompeo ( nella serie la moglie Meredith Grey ndr) è stata spesso infastidita dal comportamento del collega. Patrick si lamentava di dover stare troppe ore sul set, anche se la Pompeo spesso girava quasi il doppio delle scene nello stesso episodio senza battere ciglio. Ma lui non era fatto per stare seduto ad aspettare. Voleva uscire e guidare la sua macchina sportiva o  fare qualcosa di divertente. Era come il ragazzino che in classe non vede l’ora che suoni la campanella della ricreazione.

La caduta di un mito?

Scritto da Nunzia G.

Scrivo per passione e leggo per necessità, amo gli animali, la natura e la vita. E con la libertà, i libri, i fiori e la luna, chi non sarebbe felice?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Bambina di 12 anni va in ospedale per il mal di stomaco e partorisce

Nasce un canale televisivo interamente rivolto ai cani