in

Remi Lindholm, lo sciatore finlandese a cui si è congelato il pene durante le Olimpiadi

L’atleta ha ammesso che non è la prima volta che gli accade

detox

Appena un giorno prima della fine delle Olimpiadi di Pechino 2022, il 19 febbraio, una delle gare si è trasformata in un’impresa epica. Lo sci di fondo, a meno 20 gradi e con il vento sferzante, durante la faticosa gara ridotta da 50 a 30 chilometri, percorsi per circa un’ora e un quarto, uno degli atleti ha subito un effetto collaterale che descrivere come incredibile sarebbe poco.

L’atleta finlandese Remi Lindholm, piazzandosi al ventottesimo posto, ha sofferto grandi dolori. Per lo scarso piazzamento? No di certo, molto peggio: per il congelamento di una parte del corpo, che non è mai una bella esperienza. A volte infatti, nei casi peggiori, si rende necessaria l’amputazione della parte coinvolta. Ma per fortuna questa volta non è stato così.

detoxing

Ha detto l’atleta, come riportano alcuni media:

È stata una delle peggiori competizioni a cui ho partecipato. Si trattava solo di resistere e combattere contro quel freddo incredibile. L’obiettivo era solo quello di lottare.

E riguardo il congelamento:

Potete immaginare quale parte del mio corpo era un po’ congelata quando ho finito. Lo sentivo congelato. E il dolore era abbastanza insopportabile.

Un’esperienza terribile

Foto: Pasi Liesimaa

E non stentiamo a crederlo, lo sciatore Lindholm si è congelato infatti niente meno che il pene! Il freddo, il vento, la velocità hanno colpito duramente il suo corpo lasciandolo dolorante e sofferente. Per fortuna una volta negli spogliatoi grazie a impacchi caldi e frizioni pare che tutto sia ritornato alla normalità.

Ma la cosa più sconvolgente è che l’uomo non è nuovo a una simile esperienza; come da lui stesso ammesso ha avuto le medesime conseguenze durante un’altra gara, tenuta un anno fa, quella dei Mondiali di sci di fondo a Ruka, in Finlandia.

Forse la prossima volta lo sportivo prima di scendere in pista dovrebbe pensare a proteggere le parti delicate con un’imbottitura dedicata.

 

Scritto da Nunzia G.

Scrivo per passione e leggo per necessità, amo gli animali, la natura e la vita. E con la libertà, i libri, i fiori e la luna, chi non sarebbe felice?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Si tinge i capelli e si accorge di essere diventata tutta blu

Per amore della sua squadra si tatua i colori della maglia su tutto il corpo