in

Quante ore bisogna dormire per stare bene? Non quanto abbiamo sempre pensato

Gli studi danno una risposta che non vi aspettate

detox

Dormite troppo o troppo poco? In entrambi i casi non va bene; sembra infatti da alcuni studi che poche ore di sonno o al contrario troppe, possa far sviluppare un declino cognitivo, come il terribile Alzheimer.

Gli studi

I ricercatori della Washington University School of Medicine hanno condotto alcuni studi su 100 adulti tra la metà e la fine degli anni ’70 monitorandoli per un periodo compreso tra i quattro e i cinque anni, durante i quali 12 persone hanno mostrato segni di declino cognitivo.

detoxing

Hanno infatti scoperto che tra chi dormiva troppo poco, meno di 4 ore e mezza per notte, o al contrario troppo, più di 6 ore e mezza, hanno avuto un maggiore declino cognitivo nel tempo.

Greg Elder, docente di psicologia e direttore associato della Northumbria Sleep Research, Northumbria University ha commentato, come riporta il Sun:

Sappiamo da ricerche precedenti che la mancanza di sonno è legata al declino cognitivo.  Ma è meno chiaro perché il sonno lungo sia collegato al declino cognitivo.

Potrebbe essere che non sia necessariamente la lunghezza del sonno che conta, ma la qualità di quel sonno quando si tratta del rischio di sviluppare la demenza

Il prof. Brendan Lucey, primo autore dello studio, dichiara:

Il nostro studio suggerisce che esiste una fascia media, o “punto debole”, per il tempo totale di sonno in cui le prestazioni cognitive sono rimaste stabili nel tempo.

Le ore necessarie

In ogni caso questo sembra andare contro le canoniche 8 ore che ci hanno sempre indicato come le ore necessarie per un buon sonno ristoratore.

Ma leggiamo su Conversation in che modo il sonno, o la sua mancanza, influirebbe con il declino cognitivo nel tempo:

Una teoria è che il sonno aiuta il nostro cervello a eliminare le proteine ​​dannose che si accumulano durante il giorno. Si pensa che alcune di queste proteine, come la beta-amiloide e la tau, causino la demenza. Quindi interferire con il sonno potrebbe interferire con la capacità del nostro cervello di liberarsene.

Scritto da Nunzia G.

Scrivo per passione e leggo per necessità, amo gli animali, la natura e la vita. E con la libertà, i libri, i fiori e la luna, chi non sarebbe felice?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Hai il singhiozzo? Prova questi metodi per farlo passare

Scopre di essere autistica solo in età adulta per caso