in

Precipita da un burrone per scattarsi un selfie

La ragazza si è avvicinata troppo al bordo del precipizio

detox

Morire per apparire. Non è la prima volta che sentiamo di persone che alla ricerca del selfie perfetto si spingono, è il caso di dirlo, troppo oltre, avvicinandosi in maniera pericolosissima ai bordi di precipizi o comunque ad altezze vertiginose, precipitando.

Sul set di un film

Esattamente quello che è accaduto recentemente in Turchia, precisamente vicino al villaggio di Hacikiri, nel distretto di Karaisali, nella provincia turca di Adana, circa una settimana fa.

detoxing

Il luogo che la protagonista di questa triste vicenda voleva immortalare è il viadotto di Varda, un posto che è apparso nella scena dell’inseguimento di apertura di Skyfall, film di James Bond uscito nel 2012.

Così la 21enne Hatice Nur Karabulut è precipitata da un dirupo per un’altezza di 50 metri circa, non avendo scampo, trascinando con sé suo cugino Mazlum Sozeri di 26 anni che era con lei e ha cercato di afferrarla.

(Newsflash)

Il ragazzo si è salvato per miracolo, pur riportando varie fratture, poiché è rimasto incastrato su un albero che ha frenato la sua caduta, dove i soccorsi lo hanno trovato.

Per la ragazza non c’è stato nulla da fare, è morta sul colpo e il suo corpo è stato prelevato con una gru e trasferito al vicino ospedale.

Selfie di morte

Nel mondo sono tantissime negli ultimi anni le persone che muoiono mentre cercano di immortalarsi nel selfie perfetto, precipitando, annegando e cadendo vittime di vari incidenti, come riporta il sito Inkifi:

L’India ha avuto il numero più alto di incidenti legati ai selfie di qualsiasi altro Paese con 176 morti e feriti segnalati negli ultimi 10 anni; […] negli USA si sono verificati 26 incidenti con diverse cause; […] in Russia sono stati segnalati 19 incidenti.

Inoltre indica i luoghi più pericolosi e le relative morti avvenute nei loro pressi, ovvero 62 morti o feriti sulle linee ferroviarie, 38 precipitati da scogliere e 24 annegati nei fiumi.

Ne vale davvero la pena, per un selfie?

Scritto da Nunzia G.

Scrivo per passione e leggo per necessità, amo gli animali, la natura e la vita. E con la libertà, i libri, i fiori e la luna, chi non sarebbe felice?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Si lancia con i tre figli dalla finestra per fuggire da un incendio

Uomo condannato a morte per spaccio di droga