in ,

L’infanzia negata delle spose bambine, fenomeno ancora tristemente attuale

Ci sarà mai fine ad un simile orrore?

detox

Il fenomeno delle cosiddette spose bambine è un grave problema che riguarda ancora troppe bimbe che invece di vivere la loro infanzia e andare a scuola, vengono letteralmente vendute, o barattate, dai loro stessi genitori.

Cosa accade

Su Scienzedirect i rischi maggiori riportati sono:

detoxing

un rischio maggiore di abbandono scolastico precoce, infezioni sessualmente trasmissibili, parto in età adolescenziale e complicazioni associate al parto, inclusa la mortalità materna.

Come spiega Focus però, l’età sembra essere correlata al livello di ricchezza della famiglia, differente tra quella del padre o della madre:

in Etiopia circa un quarto delle figlie femmine viene dato in sposa prima dei 15 anni, e oltre la metà entro i 18. Le giovani la cui la madre ha un patrimonio molto basso o inesistente si sposano in media a 16,6 anni di età; per le figlie di donne più “abbienti”, l’età media sale di 1,2 anni.

In pratica le donne che hanno più ricchezze dei mariti sono più indipendenti e più propense a venire incontro ai desideri delle figlie che, il più delle volte, conosceranno il marito solo il giorno stesso del matrimonio.

I motivi

Dietro questo vero e proprio abuso c’è la cultura (se possiamo chiamarla così) che varia da Paese a Paese; come indica il Post:

I matrimoni precoci sono molto diffusi soprattutto in zone rurali molto povere e con bassissimi livelli d’istruzione, in cui le bambine sono considerate dalle famiglie come un peso, in quanto ritenute meno utili per il lavoro in campagna rispetto ai figli maschi. In alcune culture e famiglie decidono di far sposare le figlie da bambine per pagare così una “dote” più bassa vista la giovane età. In altre culture, come quelle dei popoli dell’Africa subsahariana, è invece lo sposo a dover pagare la dote alla famiglia della sposa, e il prezzo è maggiore se l’età è minore: si tratta del cosiddetto “prezzo della sposa”. Le famiglie, quindi, sono incentivate a vendere le proprie figlie da bambine per ricavare più denaro.

Vogliamo uscire dal medioevo o no?

Scritto da Nunzia G.

Scrivo per passione e leggo per necessità, amo gli animali, la natura e la vita. E con la libertà, i libri, i fiori e la luna, chi non sarebbe felice?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Cosa succede al nostro corpo durante un lungo periodo di astinenza

Il robot umanoide Sophia sempre più evoluto pronto a mettere su famiglia