in

La maggior parte degli oggetti che acquistiamo non ci servono davvero

Lo dice l’esperta: siamo schiavi della pubblicità

detox

Sapete che più oggetti abbiamo e più siamo infelici? E che ci sono persone che non riescono a fare a meno di acquistare l’ultimo modello di qualunque gadget tecnologico? Pare che più ci circondiamo di cose, spesso inutili, più questo cela un bisogno di riempire dei vuoti dentro di noi, come succede per gli accumulatori seriali.

Per questo alcuni esperti consigliano di liberarsi del superfluo per sentirsi più leggeri e felici. Proviamo?

detoxing

I consigli

La stratega della sostenibilità Nita Woods regala i suoi consigli su Metro, iniziando dagli articoli di bellezza:

Comincia con cose veramente basilari. Per esempio, il tuo bagno. Tendiamo ad accumulare articoli da toeletta in quegli armadietti e un sacco di cose di cui non abbiamo bisogno. L’industria della bellezza spinge una nuova crema alla volta, quindi al momento dell’acquisto, scegli uno o due prodotti indispensabili e usali fino all’ultima goccia. Evita di comprare per il gusto di farlo.

 

Alzi la mano chi non ha gli armadietti con almeno 3-4 tipi diversi di shampoo o bagnoschiuma.

Continua poi con lo spreco alimentare; quanti prodotti scaduti abbiamo buttato via perché sepolti dentro la dispensa da altri acquisti e poi dimenticati?

Ecco cosa dice a riguardo:

Compriamo cibo in abbondanza perché abbiamo il supermercato a nostra disposizione. Ma c’è un problema serio con lo spreco di cibo. Al momento dell’acquisto, assicurati di acquistare ciò di cui hai bisogno. Prepara un piano alimentare e attieniti a quello, in modo da non acquistare mai al di fuori della tua lista.

Entriamo al supermercato per un prodotto, e usciamo con il carrello pieno. Quasi sempre.

Le abitudini

Cambiare guardaroba ad ogni stagione, gettando via i vecchi vestiti, è uno spreco. Perché non riutilizzarli?

Altro punto dolente gli acquisti d’impulso, come quelli che tutti facciamo ad esempio nel periodo natalizio, quando compriamo oggetti decorativi che non ci servono davvero.

Infine, attenzione ai messaggi sottintesi della pubblicità:

La messaggistica pubblicitaria è estremamente potente. Ci dice che dobbiamo comprare cose per sentirci meglio, per essere integri, avere successo, essere ricchi, essere potenti. Dice che se non stiamo consumando, come potremmo mai contribuire alla società? Dobbiamo fare un passo indietro e capire cosa sta succedendo.

Abbiamo davvero bisogno di tutto ciò che acquistiamo?

Scritto da Nunzia G.

Scrivo per passione e leggo per necessità, amo gli animali, la natura e la vita. E con la libertà, i libri, i fiori e la luna, chi non sarebbe felice?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Taglia i genitali del suo stupratore e lui la denuncia per lesioni

Acquista un grande albero di Natale online ma quello che gli arriva a casa è incredibile